Alcol: Vino, distillati, birra, spumante, soft drink…

EFFETTI RICERCATI

L’assunzione di alcol da sensazioni di ebbrezza e leggerezza. Le bevande alcoliche vengono usate per disinibirsi, superare gli imbarazzi, sentirsi più carichi, divertirsi con gli amici.

RISCHI

Bere in compagnia, inizialmente, può aiutare a trascorrere una piacevole serata, però, oltre ad allentare le inibizioni, l’alcol altera anche la capacità di concentrazione e di coordinazione motoria, abbassa i riflessi, provoca danni al sistema nervoso (disturbi della memoria, nevriti), al fegato (cirrosi, tumori) e all’apparato digerente (gastriti, enteriti, infiammazioni del pancreas).

Con un uso prolungato le prestazioni sessuali ne possono risentire. Produce inoltre dipendenza fisica e mentale: il bevitore acquisisce velocemente l’abitudine di bere, percepisce la propria capacità di sopportare l’alcol come molto alta, ma in realtà, dopo poche assunzioni, rischia di perdere il controllo di se.

Dopo un periodo di abuso prolungato è possibile che al mattino si avvertano sintomi di mancanza della sostanza come tremori delle mani e della lingua, crampi, nausea, ansia, irritabilità: questi sintomi scompaiono dopo l’assunzione di bevande alcoliche.

Precauzioni

La prima precauzione è la moderazione!

Comunque è da evitare:

– bere a stomaco vuoto;

– assumere alcol insieme a psicofarmaci;

– mischiare insieme a tranquillanti e sonniferi (si corre il rischio di coma e arresto respiratorio);

– mischiare con antistaminici (si amplificano gli effetti sedativi);

– mixare vari tipi di alcolici.

Alcol e Guida

La guida sotto l’effetto dell’alcol rappresenta il fattore di rischio più alto degli incidenti stradali gravi o mortali.

Il rischio aumenta in maniera esponenziale con l’aumentare della concentrazione di alcol nel sangue (alcolemia) del conducente (già a partire da 50 mg di etanolo ogni 100 ml di sangue). In particolare chi guida va incontro a: problemi visivi, minore concentrazione, rallentamento dei riflessi, riduzione della capacità di giudizio e della percezione del pericolo. A parità di alcolemia il rischio aumenta al diminuire dell’età del conducente.

Devi Sapere Che…

Il valore del limite legale per la guida è di 0,5 gr. Di alcol per litro di sangue, esso si raggiunge con l’ingestione a stomaco pieno di circa 12 gr. di alcol pari al consumo di un bicchiere di birra o di vino o di un cocktail.

– In virtù delle differenze fisiologiche tra maschi e femmine, le donne metabolizzano l’alcol differentemente raggiungendo gli stessi livelli di alcolemia degli uomini con quantità inferiori di alcol ingerito e con maggiore rapidità.

Se Guidi dopo aver assunto

gr/l di alcol

0,2: I riflessi sono leggermente alterati;

0,3: Movimenti e manovre vengono eseguiti in maniera brusca;

0,4: Le percezioni sensoriali sono ridotte a causa di una elaborazione mentale più difficoltosa;

0,5: LIMITE LEGALE PER LA GUIDA DI AUTO E MOTO

– Riduzione della facoltà visiva laterale (è più difficile, per esempio, controllare lo specchietto retrovisore e le manovre di sorpasso).

0,6: Movimenti e ostacoli vengono percepiti in ritardo e la facoltà visiva laterale è fortemente compromessa;

0,7: Facilità nel commettere errori anche di grave entità;

0,8: I tempi di reazione sono fortemente compromessi e i normali movimenti di guida sono privi di coordinamento;

0,9: Sono compromessi: l’adattamento all’oscurità, la capacità di valutazione delle distanze, degli ingombri e delle traiettorie dei veicoli;

1,0 e più: Stato di ebbrezza chiaramente visibile, mancanza di attenzione, capacità visiva minima, tempi di reazione disastrosi.

Il Codice della strada

L’articolo 186 (e succ. modifiche) stabilisce che il limite legale di alcolemia (concentrazione di alcol nel sangue) durante la guida non deve superare i 0,5 gr di alcol per litro di sangue. Il conducente può essere sottoposto ad un accertamento di tali valori da parte delle forze dell’ordine tramite etilometro (alcol-test).

Lo stato di ebbrezza sarà dimostrato qualora il limite legale di 0,5 venga superato in base a 2 misurazioni consecutive effettuate in un intervallo di 5 minuti.

In questo caso scatta la sospensione della patente, una multa pari ad un minimo di euro 500,00 a un massimo di euro 6000,00, sequestro del mezzo (oltre 1,5 gr./lt di tasso alcolico). La legge si fa più severa con neopatentati e conducenti di età inferiore a 21 anni, e con i conducenti di professione (art. 186 bis CdS). Queste categorie non possono bere alcolici prima di mettersi alla guida (per essi infatti è cancellata anche la soglia di tolleranza tra 0 e 0,04, vige il divieto totale di bere prima di guidare).

Mix

L’associazione di qualunque sostanza con l’alcol è molto pericolosa. L’uso contemporaneo o ravvicinato di più sostanze pensando di aumentare, potenziare o prolungare gli effetti, ne moltiplica solo quelli collaterali negativi e i rischi. Il decesso per droghe è quasi sempre legato ai mix di droghe e alcol.